murales museo taranto

A Taranto apre il museo Sant’Egidio con il murales sull’Ilva

Tra tante, importanti opere d’arte, ce n’è una in particolare che farà battere il cuore al visitatore che entrerà nel nuovo museo-pinacoteca Sant’Egidio a Taranto.

E’ il murales intitolato “Luci e ombre nel creato” che, all’ingresso del salone dell’ex sacrestia del convento di San Pasquale Baylon, ritrae San Francesco con le mani protese verso il cielo, affacciato davanti agli stabilimenti industriali dell’Ilva per denunciare “la devastazione ambientale e umana” che ha subìto la città pugliese.

L’opera d’arte, di grande impatto sociale oltre che artistico, è stata realizzata in tre giorni e tre notti da due avvocati milanesi, Giuseppe Siniscalchi – fondatore della corrente artistica Fronteversismo – e Domenico Melillo (street artist, in arte Frode).

Il murales, spiegano i due artisti che sono anche membri della Commissione diritto letteratura e arte dell’Ordine degli avvocati di Milano, è un «connubio tra arte pittorica classica e urban art-street art», oltre che «un’unione di intenti professionali tra due legali che lottano entrambi nelle aule giudiziarie e all’insegna del diritto di espressione».

«Il messaggio» precisa Siniscalchi «non è di scontro con l’industria ma esprime il desiderio che ci possa essere lavoro senza sacrificare la salute e le bellezze dell’ambiente».

Giornata-cosmica-siniscalchi
Giornata cosmica, Giuseppe Siniscalchi, 2017

 

maria maddalena in gloria
Maria Maddalena in gloria, autore ignoto (ma c’è chi attribuisce il dipinto a Giovanni Gaspare Lanfranco

Con il murales superano la trentina le opere esposte nel museo che si inaugura il 20 dicembre: da quelle di autori della scuola napoletana caravaggesca del 1700 come Carella, Olivieri, Fracanzano e Luca Giordano (molte opere di quest’ultimo sono nei più importanti musei del mondo come, per esempio il Louvre a Parigi, il Prado a Madrid e l’Ermitage a San Pietroburgo), a “Maria Maddalena in gloria” di autore ignoto (anche se c’è chi lo attribuisce a Giovanni Gaspare Lanfranco), agli otto dipinti del Fronteversismo donati da Giuseppe Siniscalchi, fondatore di una corrente già molto apprezzata da critici di tutto il mondo. Tra queste “Giornata cosmica” dipinto nel 2017, e “La ruota della pace”, del 2014, nata per caso e d’istinto quando Siniscalchi stava adoperando una carta da pacchi per non sporcare il tavolo mentre dipingeva la tela “Luna e neve” dedicata al figlio Leonardo. Siniscalchi aveva notato sulla carta segni casuali e immaginato una ruota con all’interno una croce a cui aveva aggiunto, con alcune pennellate, simboli di pace.

ruota-della-pace-fronteversismo
La ruota della pace, Giuseppe Siniscalchi, 2014

Insieme ai quadri, iI museo ospita anche reperti storici finora esposti nell’attiguo sacello, dove sarà ricavata la nuova sacrestia.

Grazie alla vicinanza del MarTa, il Museo nazionale archeologico, che espone importanti opere pittoriche donate nel 1907 alla sua città natale da monsignor Giuseppe Ricciardi, vescovo di Nardò, si realizza così un polo museale di grande rilievo.

Dicono i Frati minori francescani: «In questo anno, che abbiamo voluto dedicare alla Bellezza, ci siamo impegnati a valorizzare e a risistemare uno scrigno di meraviglia, sconosciuto a molti, ma che vogliamo riconsegnare alla città e rendere fruibile a tutti. Sarà possibile scoprire tesori, fare un viaggio attraverso le opere caravaggesche di grandi pittori e attraverso le opere fronteversiste di Giuseppe Siniscalchi».

I visitatori faranno un’esperienza emotiva: prima osservando le opere illuminate dalla luce. Poi al buio potranno lasciarsi catturare dallo stupore dei paesaggi del Fronteversismo che si illuminano a luci spente.

La sede della pinacoteca con annesso museo egidiano ospita anche il Centro giustizia, pace e integrità del creato. L’allestimento è stato curato dalla cooperativa Museion di Taranto, in collaborazione con gli studenti del progetto alternanza scuola-lavoro del liceo delle scienze umane Vittorino da Feltre, coordinati dalla prof.ssa Anna Della Ricca. L’intervento si è svolto con la supervisione del guardiano del convento, frate Francesco Zecca.

Sul murales “Luci e ombre nel creato” sono da segnalare le parole del critico d’arte Gabriele Guglielmino: «Due stili diversi si sono fusi perfettamente, nelle ore del giorno e della notte, per ottenere questo risultato che pare veramente il frutto di un’ispirazione più grande. Frode si è occupato del soggetto figurativo, Siniscalchi del paesaggio sullo sfondo. Un’esperienza artistica inusuale ai nostri giorni, quasi un rimettersi sulle orme dei grandi del passato. Penso a Giotto e a Michelangelo che, glorificando con i loro affreschi Dio, stavano determinando una vera e propria rivoluzione nella storia dell’arte».

murales melillo siniscalchi
Domenico Melillo e Giuseppe Siniscalchi davanti alla loro opera, il murales “Luci e ombre nel creato”, 2018

 

48 pensieri su “A Taranto apre il museo Sant’Egidio con il murales sull’Ilva”

  1. È vero. È bello sapere che il mondo della giurisprudenza e, nello specifico, dell’avvocatura, si incontra con quello dell’arte. In questa circostanza, la prova che tutto è possibile è molto lampante, tanto quanto riesce a fare il murales realizzato da questi due artisti.
    Il principio francescano è stato realizzato: uniti non solo nel progetto ma addirittura nell’esecuzione materiale. E, allo stesso modo, le energie intellettuali e spirituali possono unirsi per decantare le bellezze del creato e della creatura ispirata da Dio. Grazie a Monica Triglia per aver riportato il mio pensiero critico in questo articolo.

  2. Bell’ articolo , puntuale , denso di significati e belle cose in momenti che si alternano a bui e raggi di luce , così come le opere di scuola caravaggesca e fronteversismo, parti della collezione permanente del Museo S. Egidio . E’ bell’ esempio della lungimiranza e capacità dei fantastici frati Minori del convento S. Pasquale Francesco Zecca , Antonio Salinaro , Pio Buonfrate ed intera confraternita che hanno pensato e lavorato seriamente con capacità di formare “ squadra “ per realizzare nuova realtà in Taranto , non statica ma dinamica e pure centro studi arte e progetti di welfare : bellezza a servizio del bene comune . Grazie Monica Triglia per la consueta maestria e professionalità

    1. congratulazioni per l opera realizzata bellissima raffigurazione .
      ancora un Bravo e un Grazie all’amico Giuseppe Siniscalchi sempre sensibile al mondo attuale.

  3. Grazie mille Monica per questo bellissimo articolo che esprime appieno il genio dei due artisti e lo scopo della pinacoteca …. rendere fruibile qualcosa per il cittadino significa costruire bene comune … ancora Grazie

  4. L’opera che coniuga due forme diverse con l obiettivo comune di dare dignità al lavoro che rispetta l’uomo, la natura e la bellezza e’ davvero emozionante.
    Grazie a questi artisti, grazie a tutti quelli offrono il proprio talento per giuste cause
    Gemma Dibattista

  5. Ho sempre sostenuto e creduto che nell’arte si insinui la Verità (cit. Vasco Rossi) ma questa vostra opera palesa in maniera chiara ed inequivocabile la VERITÀ del vostro messaggio – Tutto si può fare senza offendere la natura-…………. in questo caso la verità si sposa….. (p. s. Voglio immaginare che in questo caso, caro Giuseppe, il fronte è quello che si vede, il verso sia la realtà di Taranto??

  6. Sono davvero poche le opere moderne che mi colpiscono e quelle degli artisti Melillo e Siniscalchi rientrano certamente tra queste, poiché i due artisti hanno talento e capacità di stupire ogni volta.

    Simone P.B. Gambini

  7. Il mio amico Giuseppe unitamente a Domenico hanno realizzato un murales in soli 3 giorni un’ opera meravigliosa coniugando come scrive il prof Guglielmino 2 stili diversi in armonia con risultato eccezionale. Congratulazioni

  8. Bellissimo articolo! !! Credo che la città di Taranto avesse bisogno di tutto questo. Un grande grazie agli artisti Giuseppe Siniscalchi e Domenico Melillo che con talento e pennellate di colore ci hanno davvero stupito.

  9. Grazie a Monica Triglia per il suo articolo sul museo-pinacoteca presso Sant’Egidio a Taranto. Una iniziativa che sicuramente verrà accolta con entusiasmo da un ampio pubblico. L’elenco delle opere d’arte esposte incuriosisce e stimola, e l’opera dei due avvocati milanesi, Giuseppe Siniscalchi e Domenico Melillo, é molto poetica e unisce bellezza, arte, spiritualità e impegno sociale.

  10. Complimenti per la sensibilità per le tematiche che toccano da vicino la realtà pugliese e più in generale la nostra società. Arte, non vi è parola più nutrita al mondo che meglio di tutte riesca a descrive le facoltà dell’animo umano proprio perché essa accopagna l’uomo sin dalla sua nascita. Il messaggio sublime e geniale di Giuseppe Siniscalchi attraverso le sue opere fronteversista ci obbiga a rallentare la nostra spesso inutile corsa. Difronte ad un suo quadro lo sguardo viene rapito dai messaggi e dagli insegnamenti celati nell’opera, ti basta poi un attimo per giovartene e cogliere il significato ed il vero scopo della vita.
    Gino Tommasone (già Direttore Circolo Presidio MI)

  11. Grazie per aver descritto questo incontro di saperi e arti così diversi e così meravigliosamente complementari a chi non ha ancora avuto la fortuna di stupirsi dinnanzi all’originale. Congratulazioni vivissime agli artisti e alla struttura che ha saputo capirli e valorizzarli!

  12. Giuseppe Siniscalchi e Domenico Melillo, due avvocati che fuori dal tribunale Milanese sono riusciti insieme a dipingere e stupire ognuno con il proprio “interpretazione tecnica e sentimento” un opera ché trasmette un importante messaggio anche allo straniero di passaggio al museo Sant Egidio senza il bisogno di spiegazione con “traduzione”.
    I dipinti e gli affreschi antichi continueranno a descrivere scene di vita di un lontano passato con tutti i cambiamenti dei vari secoli e i due avvocati con il loro ” affresco ” senza tempo diffondono un messaggio Universale LA PACE.

  13. Ho letto con interesse l’articolo. Il murales mi ha molto emozionato anche perché la figura di San Francesco mi è particolarmente cara. Complimenti agli autori veramente in “sintonia”. Mi piacerebbe molto visitare la Pinacoteca anche se abito un po’ lontana da Taranto. Bravissimi tutti.

  14. Il paesaggio urbano della città tedesca di Essen è stato per decenni marchiato inesorabilmente dal gigantesco complesso industriale adibito allo sfruttamento della miniera di carbone Zollverein XII e dagli impatti dell’industria siderurgica dei Krupp. Tutto ciò, però, è ormai un ricordo: dal 1986, con la chiusura dell’ultimo giacimento di carbone, la città ha avviato un processo di profonda trasformazione culturale, energetica e ambientale. La città grigia, è ritornata ad essere verde, guadagnandosi nel 2017 il titolo di Europen Green Capital.
    La denuncia c’è… ma in quell’uccellino piccolo che sta su un mignolo c’è racchiusa la speranza. Speranza che Taranto si incammini con fiducia ad intraprendere lo stesso processo virtuoso della sua omologa: “La terra è ferita, serve una conversione ecologica” (Laudato Sii, Papa Fracesco).
    Complimenti al mio caro amico Giuseppe Siniscalchi e a Frode, che hanno saputo arrivare al cuore con arte e maestria. Non si può che rimanere a contemplare, con stupore.

  15. Ritengo che il Creato sia l’opera d’arte per eccellenza e tutto ciò che in esso prende vita la incrementa. E’ straordinario come Giuseppe Siniscalchi, che definisco un artista celestiale sappia proiettare tale significato con movimenti e pennellate di infinito. Grazie!

  16. I due avvocati artisti con quest’opera hanno ben rappresentato con lo sfondo, una città con le sue problematiche “ambientale” lasciando immaginare che si vedrà “sempre” gli uccellini in volo,il cielo stellato e senso di PACE ancora in questa città laboriosa con la sua “ILVA” e un futuro migliore per i suoi abitanti.
    Ammirando le opere del passato abbiamo colto com’era “l’ambiente “…
    Quest’opera d’arte rappresenta tutte le città ” INDUSTRIALE ” del mondo.

  17. Complimenti ai due artisti !! Il murales e’ meraviglioso, intenso ma anche carico di speranza, di luce e positività. In foto avevo pensato fosse una vetrata in stile mosaico e invece leggendo scopro essere un murales.
    Spero un giorno di avere il piacere di vedere l’opera di persona !!

  18. A very proud moment Giuseppe! I wish I could visit and look at your beautiful paintings from a close distance! A true artist and a wonderful human being xxx

  19. Trovo che l’amore sia una grande emozione senza tempo ,energia pura che si manifesta in modo sempre inedito , e questa interessante opera a quattro mani di due artisti contemporanei ne esalta il significato .

  20. Gesto encomiabile e denso di significati etici ed umani da parte di due grandi uomini di legge ed artisti.
    Un plauso a Monica Triglia che leggo sempre con rispetto e commozione.
    Monica

  21. I am so deeply honored that I have such an amazing artist and human being as my great friend, Giuseppe Siniscalchi, who will indeed go down in history as a gift to the world, along with the likes of Leonardo da Vinci, Van Gogh, Michelangelo, etc. I am thrilled with Fronterversismo exhibit.
    With love from USA
    Lori Mixson

  22. Giuseppe! How incredible for you! I feel so fortunate to have met you two years ago and remain friends through Instagram. And to also to see your passion blossom each time. I wish I could see your paintings in person! Many success to you my dear friend!

    baci e abbracci

  23. Splendida dimostrazione di come l’arte non si solo fine a se stessa. Un grazie ai due artisti per aver condiviso la loro arte e la loro passione con il mondo.

  24. Complimenti al Museo Sant’Egidio per aver scelto di accogliere i visitatori con un’opera dal grande impatto visivo e di notevole valenza sociale! Ho sempre apprezzato l’Arte del Maestro Siniscalchi, sia dal punto di vista estetico, sia per il messaggio di pace ad essa sotteso. Anche questa volta, ha saputo veicolare una tematica che ci conduce a riflettere sui valori del mondo in modo estremamente naturale ed efficace.

  25. Le opere di melillo e siniscalchi mi hanno colpito per la loro bellezza.,in particolare l’opera di siniscalchi rappresenta la pace e la fusione tra lavoro e tutela dell’ambiente nella nostra meravigliosa e tormentata terra di Puglia.

  26. جوزپه عزیز دوست خوب و هنرمند ،وجودت باعث افتخاره با هیچ کلامی نمی توانم زیبایی که خلق میکنی را توصیف کنم تبریک فراوان میگم و آرزوی بهترینها رو برای تو دارم

  27. ジュゼッペさんの作品は温かみと壮大さがあり、見ていると心が落ち着きます。旅行中の偶然の出会いに感謝です。
    今後の作品も楽しみにしてます。

  28. Articolo assolutamente mirabile nella capacità di lettura di un’ opera di non scontata e innovativa iconografia , sull’ immagine potente di uno dei più grandi rappresentanti del messaggio Cristiano . Si sta aprendo lo spazio ad una nuova visione dell’ arte sacra .

  29. Si, hanno colto l’essenza i due artisti Giuseppe Siniscalchi e Frode, con il loro murales.
    La devastazione ambientale ed umana dei nostri tempi, dei quali l’ILVA e’ un simbolo, e’ frutto della mancanza di amore per il creato. E’ proprio questo messaggio di San Francesco L’AMORE PER IL CREATO che occorre risvegliare nella coscienza collettiva.
    Bellissimo tentativo.
    Bravi

  30. Ho la fortuna di conoscere Giuseppe e di poterne apprezzare le immense qualità, umane e artistiche . Arte sacra e modernità , il connubio è sicuramente una grande sfida, ma le premesse sono già entusiasmanti e non posso che fare i complimenti a chi ha mostrato la sensibilità di intraprendere questo percorso innovativo e straordinario al tempo stesso. Bravi!

    Pierluigi

  31. I love the combination of the middle ages art and you’re very current painting. It is clear that were at Saint Francis is witnessing is the luminous movement and shining of God in the heavens,Precisely what you paint.
    Jim Stuart from USA , Winnetka, IL

  32. La gran pasión de un artista siempre se verá reflejado en los ojos y en el alma de quienes contemplan su obra. La fascinación de mover espíritus y transportarlos a otros universos requiere de la sensiblidad y de la sabiduria divina para lograrlo. Giuseppe Siniscalchi es de esos artistas que saben llegar
    a complementarnos como seres humanos, llenando de luz el cosmos e irradiandolo a través de nosotros en una atmósfera de paz.

  33. Un articolo ben fatto e puntuale, capace di trasmettere l’essenza dell’opera ed il suo significato più profondo. Chi, come me, ha avuto la fortuna di conoscere Giuseppe Siniscalchi (nella speranza di incontrare a breve anche Frode), non può non emozionarsi nell’apprendere la meritata risonanza mediatica dei due artisti, nel prendere atto di quanto tenacia e passione possano portare a grandi traguardi. I sogni, a volte, si avverano…e in rarissimi casi come questo sono un momento di riflessione per tutti su come movimenti di pensiero di tale spessore possano.contribuire ad un miglioramento del sistema di valori moderno. Per tale ragione, mi sento di ringraziarli profondamente

  34. a great person, a good friend and an incredible artist who feels the true and the energy in everything that is beautiful both ways from inside to outside! creating this combination os feelings for who has the opportunity of looking to his arts! Congratulations once again my dear Giuseppe for having this talent and be capable to show us the real pretty!

  35. Chiaro, immediato, travolgente il significato di questa immagine pittorica da leggere a mio parere da sinistra verso destra. In un solo attimo si sostituisce la luce al buio, ribadendo il famoso messaggio francescano:
    “ove è l’errore, ch’io porti la Verità,
    dove è la disperazione, ch’io porti la speranza.
    Dove è tristezza, ch’io porti la gioia,
    dove sono le tenebre, ch’io porti la luce.”
    Opera spettacolare.

  36. Siccome le mie tre lingue principali sono l’italiano, il tedesco e l’inglese, offro i miei commenti in queste tre lingue:

    Mi piace molto come i due avvocati Giuseppe Siniscalchi e Domenico Melillo hanno fuso i loro stili e, in un modo, creato un esempio di Fronteversismo sulla stessa superfice. Vedo la loro opera anche come invito ad aspirare alla pace. Sono convinto che non ci sia pace senza giustizia … e che la giustizia – e perciò la pace – è compromessa se diritti vengono usati in maniera irresponsabile. Prima che il Fronteversismo nascesse, quanti di noi si sarebbero chiesti che aspetto avrebbe il verso di una pittura? Diritti sono considerati una colonna fondamentale della giustizia…Anche diritti hanno un verso… e se lasciassimo ispirarci dal Fronteversismo a guardare sull’altro lato di diritti?

    Che aspetto avrebbe un mondo nel quale persone riconoscono dietro ogni diritto un obbligo di usarlo in maniera responsabile?

    Buon Natale ed un giusto, pacifico e Felice Anno Nuovo!

    *In inglese:*

    I really like the way Giuseppe Siniscalchi and Domenico Melillo merged their styles and, in a way, created an example of Fronteversismo on a single surface. I also understand their work as an invitation to strive towards peace. I am convinced that there is no peace without justice … and that justice – and therefore peace – is undermined, if rights are used irresponsibly. Before Fronteversismo was born, how many of us would wonder what the reverse of a painting would look like? Rights are considered to be a fundamental pillar of justice… Rights, too, have a reverse … What if we allowed ourselves to be inspired by Fronteversismo to look on the other side of rights?

    What would a world, in which people recognise behind every right a duty to use it responsibly, look like?

    Merry Christmas and a just, peaceful and happy New Year!

    *In tedesco:*

    Mir hat sehr gefallen, wie Giuseppe Siniscalchi und Domenico Melillo ihre Stile verschmolzen haben und, auf eine gewisse Weise, ein Beispiel des Fronteversismos auf einer einzigen Oberfläche geschaffen haben. Ich verstehe ihr Werk auch als Einladung, sich um Frieden zu bemühen. Ich bin davon überzeugt, dass es keinen Frieden ohne Gerechtigkeit gibt … und dass Gerechtigkeit – und damit der Frieden – untergraben wird, wenn Rechte auf verantwortungslose Weise genutzt werden. Bevor Fronteversismo geboren wurde, wie viele von uns hätten sich gefragt, wie ein Gemälde auf der Rückseite aussieht? Rechte werden als ein fundamentaler Pfeiler der Gerechtigkeit angesehen … Auch Rechte haben eine Rückseite … Was, wenn wir uns vom Fronteversismo dazu inspirieren lassen würden, auf die andere Seite von Rechten zu schauen?

    Wie würde eine Welt aussehen, in der Menschen hinter jedem Recht eine Pflicht zu seiner verantwortungsvollen Nutzung erkennen?

    Frohe Weihnachten und ein gerechtes, friedliches und glückliches Neues Jahr!

  37. 素晴らしい企画。

    西洋の祭壇画の持つ伝統的なスタイルを損なうことなく、二人の類稀なアーティストの情熱と新しいテクニックによって描かれたこの絵は、その美しさで我々を癒すだけでなく現代社会の抱える環境問題に私たちの視点を向けることに成功している。
    ターラントの地域再興、世界平和、広く地球の環境再生への願いを込める作品製作企画に於いてジュゼッペに白羽の矢が立ったのならそれは起こるべくして起こったことでしょう。
    それは彼の絵はいつも思いやりと愛に溢れているからという理由だけでなく、彼の作品の中で象徴的に使われる”輪”はこの作品の中では調和の意味だけではなく”再生”, “recycle” のシンボルとも捉えられるから。

    改めて、完成おめでとう。
    次の作品も楽しみにしています!

    Love from Japan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *