Archivi categoria: Opinioni

Casale scende in piazza per dire no a Forza Nuova

Sabato Forza Nuova, partito di estrema destra, terrà una manifestazione a Casale Monferrato per ricordare l’eccidio delle Foibe (il 10 febbraio è la Giornata del Ricordo). Parteciperanno le delegazioni di Piemonte e Valle d’Aosta, il ritrovo è alle 15 presso la lapide posta tra viale Giolitti e via Vittime delle Foibe.

Un’iniziativa, quella di Forza Nuova, che ha suscitato reazioni e proteste. E ha portato all’organizzazione di una contro-manifestazione – stesso giorno e stessa ora in piazza Martiri – per rimarcare che Casale «è profondamente antifascista».

Continua la lettura di Casale scende in piazza per dire no a Forza Nuova

Pensieri (un po’ incazzati) di una vigilia di Natale

Ecco, se vi dovessi dire quale aria si respira in questi tempi, anche oggi che è la vigilia di Natale, ve lo racconterei non con uno dei grandi fatti accaduti nel 2019 su cui aprire una discussione intellettuale, ma con un piccolo episodio molto nazional-popolare.

Continua la lettura di Pensieri (un po’ incazzati) di una vigilia di Natale

Potremmo essere noi, su quelle barche abbandonate in mare

Anni fa ho trascorso sei mesi con Medici senza Frontiere, un’esperienza da cui è nato un libro.

Ricordo bene quanto, i primi tempi, fossi presa ad appuntare situazioni e contesti e progetti che andavo visitando e a registrare interviste. Un impegno totalizzante, a cui si aggiungeva la concentrazione nel “salvare me stessa” dalle difficoltà di quei viaggi.

Continua la lettura di Potremmo essere noi, su quelle barche abbandonate in mare

E così, alla fine, anch’io ho votato alle primarie del Pd

E così, alla fine, sono andata a votare alle primarie del Pd.

No, non volevo farlo, innanzitutto perché il Pd nelle ultime due tornate elettorali non l’ho votato. Poi per rispetto della gastrite cronica con cui combatto negli ultimi anni. Provocata dalla delusione, dalla rabbia, dallo sconforto che il Pd mi ha fatto provare per le risse vergognose e le scelte tragicamente discutibili. E per quel “potere” usato non certo a favore della gente, che da un partito che dovrebbe essere di sinistra fa male ancora di più.

Continua la lettura di E così, alla fine, anch’io ho votato alle primarie del Pd

Mahmood, la rivincita (che rivincita non è) di noi disperati

Questo è un pezzo scritto un po’ per ridere e richiede alcune premesse.

Uno. Commentare Sanremo come fosse l’evento del secolo è poco intellettuale, anzi zero. Ieri sera, mentre iniziava la finale, ero a teatro a vedere Pierfrancesco Favino e il suo meraviglioso e disperato straniero ne La notte poco prima delle foreste, di Bernard-Marie Koltès.

Continua la lettura di Mahmood, la rivincita (che rivincita non è) di noi disperati